Come eliminare le cicatrici da acne: dai rimedi naturali al laser

Come eliminare le cicatrici da acne: dai rimedi naturali al laser

Blog
Home / Blog

Come eliminare le cicatrici da acne: dai rimedi naturali al laser

Come eliminare le cicatrici da acne: dai rimedi naturali al laser

come_eliminare_le_cicatrici_da_acne__dai_rimedi_naturali_al_laser

L’acne può lasciare segni molto evidenti sul viso, creando notevoli imperfezioni. Scopriamo come porre rimedio a questo problema, sia con metodi naturali, sia con l’aiuto della medicina estetica.

Molto diffusa tra gli adolescenti, l’acne è un’infiammazione cutanea che si manifesta sotto forma di brufoli talvolta molto estesi e fastidiosi. Non è sempre detto che la patologia colpisca solo adolescenti, può infatti presentarsi anche sugli adulti, provocando disagi legati soprattutto all’aspetto del viso, che può ricoprirsi di notevoli imperfezioni.

L’acne, infatti, pur non essendo una patologia grave per la salute dell’individuo, tende a lasciare vistose cicatrici, simili per forma a piccoli crateri, e cavità cutanee ben visibili e percepibili al tatto. I problemi legati alle cicatrici da acne interessano soprattutto la sfera estetica, oltre all’autostima, per cui talvolta si mostra necessario intervenire per eliminarle.

Acne: cause

Nonostante la sua larga diffusione, l’acne non ha cause ben precise, vi sono diversi fattori ai quali imputare una concausa di responsabilità. Essendo una patologia tipicamente adolescenziale, una parte essenziale è giocata dagli sbalzi ormonali della pubertà, così come può accadere anche in età adulta. Un mito da sfatare è quello legato alla cattiva alimentazione, che di fatto non ha legami con la patologia.

Altra credenza molto diffusa è legata alla scarsa igiene del viso: per quanto sia fondamentale detergere accuratamente la pelle, non è la mancanza di questa abitudine a determinare la comparsa dei brufoli. Neanche lo stress può essere considerato causa principale, ma un fattore peggiorativo se si è già predisposti o colpiti da acne.

L’acne è una patologia delle unità pilo-sebacee, distribuite in tutto il corpo e costituite da una ghiandola sebacea legata al follicolo, contenente un pelo. Le ghiandole sebacee producono sebo che fuoriesce attraverso il follicolo, rivestito da cheratinociti. Questo stretto passaggio può essere ostruito da pelo, cheratinociti e sebo che, ostacolando il normale funzionamento del meccanismo, danno origine a un’infezione che si traduce in acne: brufoli, gonfiore, rossore e dolore sono i sintomi più frequenti.

Acne: come eliminare le cicatrici

Rimuovere le cicatrici è il passo conclusivo per guarire completamente dall’acne, che, per l’appunto, lascia imperfezioni che possono ledere l’autostima e danneggiare il viso. I rimedi per eliminare le cicatrici sono fortunatamente molti, i soggetti colpiti da acne possono ricorrere sia a metodi naturali sia a metodi più invasivi.

Per quanto riguarda i rimedi naturali, vediamo che ciascuno ricorre a un principio attivo dal potere cicatrizzante e rigenerante. Tra questi i più efficaci sono la polpa di Aloe, da applicare e lasciar agire sulle cicatrici, il limone, che serve soprattutto ad attenuare i rossori e schiarire la pelle, il miele e l’olio di rosa canina che hanno potere rigenerante e idratante. Anche il bicarbonato di sodio può avere effetti curativi sulle cicatrici, ma non bisogna abusarne, soprattutto se la cute è delicata o troppo danneggiata.

I rimedi più invasivi, invece, devono essere affidati alle mani esperte degli specialisti. Si va dal peeling a base di acido glicolico, che leviga la pelle in presenza di cicatrici ancora piuttosto lievi. Quando le cicatrici si presentano più profonde e spesse, si può ricorrere alla radiofrequenza che agisce in modo più incisivo stimolando la produzione di fibroplasti, essenziali per mantenere la pelle elastica e levigata. Dopo le prime sedute la pelle apparirà già più liscia e meno spessa al tatto. Per i casi più gravi, invece, si ricorre al laser CO2 frazionato, che agisce creando delle piccole abrasioni sulla pelle, che avrà così il tempo di rigenerarsi e tornare liscia. Ogni seduta di laser frazionato dura 34-40 minuti, talvolta 45, e i risultati sono visibili già dopo 1 o 2 giorni, quando sarà passato il rossore iniziale. L’efficacia del laser va dal 50% all’80%, dato che le cicatrici non possono essere eliminate del tutto.

Per informazioni e consulenze sui nostri servizi, non esitare a contattarci: clicca qui!

©2014 Centro Keiron del Dott. Giuseppe Scalera - privacy - Partita IVA 06138250631